Martedì, 23 Ottobre 2012 09:53

Piano Casa e spinta all'Attività Edilizia - ConsiEdilizia.it

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

La Conferenza Unificata Stato Regioni del 1 aprile 2009 insieme al D.L. del 13 maggio 2010 n. 70 - Decreto Sviluppo - hanno introdotto semplificazioni per la spinta dell'attività edilizia ed economica, con indicazioni per nuove norme regionali.

Analizziamo, per la casistica di richieste presso la Redazione, Il "Piano Casa" per la Regione Lazio, che 

come la maggior parte di tutte le altre Regioni, si allinea perfettamente alle suddette leggi, proprio per il rilancio dell'economia. La legge consente di operare con maggiore libertà in quanto consente la possibilità di realizzare anche gli interventi non ammessi alle Norme Tecniche di Attuazione e nei Regolamenti Edilizi degli strumenti urbanistici comunali vigenti.

Piano Casa Lazio

La Regione Lazio, con una Circolare esplicativa, anche se in molti affermano che la circolare è un'interpretazione alla legge, deroga anche gli articoli 8 e 9 del DM 1444/1968 cioè i "Limiti inderogabili di densità edilizia, di altezza, di distanza fra i fabbricati e rapporti massimi tra gli spazi destinati agli insediamenti residenziali e produttivi e spazi pubblici o riservati alle attività collettive, al verde pubblico o a parcheggi, da osservare ai fini della formazione dei nuovi strumenti urbanistici o della revisione di quelli esistenti, ai sensi dell'art. 17 della legge n. 765 del 1967".

Nel tempo intercorrente di 24 mesi dalla L.R. dell' 11 agosto 2009 n. 21 e la L.R. n. 10 e 12 del 2011 si sono verificati dubbi interpretativi, poi risolti, appunto, con la predetta circolare esplicativa della Regione Lazio: "alla legge regionale n. 21 del 2009 non si fa più riferimento in quanto è sostituita e modificata integralmente dalla legge regionale del 2012", e la richiesta dei titoli abilitativi necessari per i diversi interventi è fissata al 31 gennaio 2005.

In altre parole, ecco la spinta al motore dell'edilizia.

Infatti i fabbricati realizzati o per quelli che hanno ottenuto requisiti previsti dalla prima legge, possono usufruire degli interventi indicati nel "Piano Casa".

Con la seguente tabella si riportano il Titolo Abilitativo Edilizio ed i Termini di Presentazione:

 

Tipologia di intervento Edifici < 500 mq Edifici > 500 mq Termine iniziale Termine finale
Ampliamento DIA 15 settembre 2011 31 gennaio 2015
Demolizioni e Ricostruzione DIA PDC 31 gennaio 2012 31 gennaio 2015
Recupero di volumi accessori e pertinenziali DIA 31 gennaio 2012 31 gennaio 2015
Reperimento alloggi a canone calmierato DIA PDF 31 gennaio 2012 31 gennaio 2015

 

 

Fonte: www.governo.it

 


 

Enrico Mecheri Architetto

 

 

Articoli correlati


 

  Sanatoria Abusi Edilizi e Piano Casa Lazio

 

Interventi previsti dal Piano Casa Lazio

Letto 1951 volte Ultima modifica il Lunedì, 31 Marzo 2014 15:45
Devi effettuare il login per inviare commenti