user_mobilelogo
Martedì, 07 Luglio 2020 16:49

Progetto nel Palazzo Ottieri: La Casa Vacanze con 3 Bagni per 3 Camere da Letto in 85 mq.

Scritto da
Vota questo articolo
(11 Voti)

 

Sono terminati i lavori di ristrutturazione della casa vacanze all'interno del prestigioso Palazzo Ottieri, nel Centro Storico di Napoli.

Il Palazzo Ottieri è stato costruito nel 1958 dal costruttore edile Mario Ottieri ed è il più simbolico degli edifici realizzato negli anni della speculazione edilizia. Ricadente nella zona omogenea A del Comune di Napoli, presenta un impianto a forma di L con le seguenti esposizioni e viste panoramiche:

  • Lato corto della L esposto ad est ed ovest con affaccio su Piazza del Carmine e la Basilica del Carmine Maggiore, oltre Via Nuova Marina, il Vesuvio e San Martino;

  • Lato lungo della L esposto a nord e sud con affaccio su Piazza Mercato, Via Nuova Marina e San Martino.

Entrambi i lati con affaccio su Via Marina, godono anche della vista mare.

 

Cenni storici

In Piazza del Carmine si svolgono la maggior parte delle feste organizzate dalla Basilica. Celebre quella del 16 luglio, in onore della Madonna del Carmelo, con la santa messa serale su palco allestito all'esterno e celebrata dal Cardinale Crescenzio Sepe.

In Piazza Mercato, gli Angioini ne fecero un grande centro commerciale nel 1270. Snodo fondamentale dei traffici provenienti dalle più importanti basi commerciali italiane ed europee e catapulta dello sviluppo urbanistico della fascia costiera. Luogo di esecuzioni capitali, dall'ottobre del 1268 fino al settembre del 1800. Il primo giustiziato fu Corradino di Svevia, l'ultima fu Luisa Sanfelice legata alle vicende che seguirono la soppressione della Repubblica napoletana del 1799.

La piazza, poi, è celebre per essere stata il luogo dove ebbe inizio la rivoluzione di Masaniello, il quale nacque e visse in una casa alle spalle della piazza, dove oggi, in sua memoria, è murata, dal 1997 un'epigrafe. Nel 1781 le numerose botteghe in legno presenti in piazza presero fuoco dopo uno spettacolo pirotecnico. Su volontà di re Ferdinando IV di Borbone si procedette alla realizzazione di un'esedra con piccoli edifici bassi per le attività commerciali, trasferitesi dagli anni 80 (del 1900) presso il CIS di Nola e che presto torneranno, insieme alle attività di ristorazione e cibi d'asporto, per la meravigliosa riqualificazione in atto della piazza, sotto l'amministrazione di Luigi De Magistris.  Il progetto fu guidato dall'architetto spagnolo Francesco Sicuro, il quale realizzò anche la chiesa di Santa Croce e Purgatorio unendo in un solo edificio le preesistenti chiese di Santa Croce e Purgatorio distrutte dall'incendio oltre alle fontane-obelischi, restaurate nel 2016, con funzione propriamente decorativa e come abbeveratorio per gli animali che trasportavano le merci.

 

La Progettazione polifunzionale

 

Il Progetto della Casa Vacanze è su richiesta della famiglia Rossi (Committenza), già residenti a Napoli.

E' un progetto polifunzionale concepito sin dal principio. Infatti può essere adibito:

  1. Uso Privato;
  2. Locazione Turistica;
  3. Uso Privato e Locazione Turistica.

In merito al punto 1, la committenza, composta da 4 persone, può decidere di abitarla in qualsiasi momento.

Per la Locazione Turistica, (ricordiamo che fino a 30 giorni non vige l'obbligo di registrare il contratto ma solo la comunicazione al portale alloggiatiweb), le stanze sono tutte dotate di comfort climatico, smart tv e servizi internet wi fi. Solo la stanza centrale non è dotata di un bagno padronale, in quanto, l'indecisione della committenza in merito al punto 1 e 2 predetto, ha veicolato la progettazione con il seguente ragionamento:

 

Se decidete di abitarci, ed anche in presenza di ospiti, in caso di utilizzo di un bagno, bisogna sempre entrare in una stanza da letto. Invece, il bagno centrale, consente l'accesso dal lato giorno e cioè dalla cucina/soggiorno”.

 

In tale bagno si accede con porta scorrevole esterna attraverso un breve percorso di privacy e cioè con filtro per l'ingresso nella terza camera da letto.

Per il punto 3) la progettazione prevede la possibilità di abitazione sia dell'intera famiglia Rossi e sia la locazione turistica. Infatti il progetto prevede per i turisti la prima stanza entrando a destra e la realizzazione, lunga la linea tratteggiata verde, di una porta con vetrata per l'accesso separato in casa.

L'unità immobiliare, allo stato attuale del rilievo, era di superficie di circa 86 mq calpestabili escluso n. 2 balconi. Il balcone coperto con affaccio sulla Piazza del Carmine è di circa 9 mq mentre il balcone scoperto con affaccio sul retro, è di circa 10 mq.

La progettazione con la diversa distribuzione degli spazi interni, riduce la superficie calpestabile di circa 1 mq e con i nuovi tramezzi/divisori prevede, come richiesto:

  • n. 3 bagni;

  • n. 3 stanze da letto con letti matrimoniali;

  • cucina living e soggiorno collegati in un unico ambiente.

Per la presenza dei 3 bagni, è stato necessario uno scalino di circa 10 cm che comprende l'intero lato sinistro dell'appartamento (guardando la pianta) ad eccezione della zona adiacente al balcone della seconda stanza da letto. Il tutto realizzato con impianto ad incastro igloo.

L'ingresso è aperto e prevede la parete di sinistra con mensole per libreria e mobili bassi oppure il riutilizzo di una panca in legno, caro ricordo di famiglia. Di fronte è utilissima una cappottiera per gli ospiti e non solo.

Si accede, con un primo ingresso nella stanza da letto a destra, dotata di balcone e bagno padronale con piatto doccia da 70 cm.

La cucina è di 3,00 ml escluso il frigorifero separato.

Vi è il doppio lavello con spazio ripiano di riposo cibi, aumentabile anche con un tagliere in legno, coprendo uno dei due lavelli. A seguire il piano cottura con sottostante forno. Contiene anche la lavastoviglie.

La cappa è di tipo filtrante, in quanto l'ambiente giorno, è dotato di una doppia apertura, consentendo un ottimo ricambio dell'aria. Essa è a pensile e quindi nascosta.

Dalla cucina/soggiorno, in adiacenza del divano, si accede nella seconda stanza da letto, anch'essa dotato di balcone. In tale ambiente è presente l'unico pilastro della casa. Esso è stato ben nascosto e si sono sfruttati gli spazi intorno con mensole su misura in vetro o legno, mentre costituisce una piccola parete alle spalle per il bagno.

Sempre dalla zona giorno, attraverso un piccolo filtro, si accede nel bagno centrale della casa e nella terza camera da letto, dotata anch'essa di bagno padronale con piatto doccia da 90 cm, oltre alla lavatrice con sovrapposta asciugatrice.

La zona giorno con i suoi 31,40 mq circa, è molto vivibile e può contenere anche l’apertura dell’asse da stiro ed il tavolo allungabile in presenza di ospiti, con sedie di supporto pieghevoli da riporsi alle spalle del tavolo, cioè nell'area filtro di accesso al bagno ed alla camera da letto, oppure fuori ad uno dei 2 balconi. Tutti gli ambienti saranno dotati di televisori con attacco a parete e climatizzatori anche in sostituzione dei caloriferi. La caldaia solo per acqua calda è posizionata all'esterno. Le porte sono di tipo scorrevoli a scomparsa, una a battente ed una scorrevole esterna. Tutte dettate dalle esigenze progettuali salvaspazio o esigenze tecniche/impiantistiche.

Le pratiche tecniche sono state ottemperate con metodo semplificato grazie al SUAP e si è usufruito sia dell'Eco Bonus al 65% e sia del Bonus Mobili per le detrazioni fiscali.

 

Committenza: Famiglia Rossi

Progetto e Direzione Lavori: Enrico Mecheri Architetto

Impresa Esecutrice: Novaris Ristrutturazioni e Impianti Srl

Direzione Tecnica: Antonio Sommella Geometra

Capo Cantiere: Mastro Luigi Gallo

Per maggiori informazioni scrivere a info@consiedilizia.it


Scopri ConsiEdilizia.it cliccando su Servizi Gratis

Fonte cenni storici: Wikipedia

 

Letto 482 volte Ultima modifica il Venerdì, 10 Luglio 2020 11:30
Devi effettuare il login per inviare commenti