Rateizzazioni Contributi Previdenziali Geometri: I Chiarimenti dal Cipag

Diverse le telefonate e le mail pervenute in redazione da parte degli utenti per chiarimenti sulle rate dei contributi previdenziali per geometri. Lieti di essere un punto di riferimento, pubblichiamo quanto segue. Per le rateizzazioni contributi previdenziali geometri, sono previste 2 modalità di pagamento distinte in:

Diverse le telefonate e le mail pervenute in redazione da parte degli utenti per chiarimenti sulle rate dei contributi previdenziali per geometri. Lieti di essere un punto di riferimento, pubblichiamo quanto segue. Per le rateizzazioni contributi previdenziali geometri, sono previste 2 modalità di pagamento distinte in:


  • pagamento ordinario;
  • rateizzazione.

Per la prima forma di pagamento, cioè quella ordinaria, il pagamento verrà effettuato all'Agenzia delle Entrate in un'unica soluzione e con modalità di versamenti relativi a Unico 2015, con modello F24 e con la vantaggiosa possibilità di chiedere di poter compensare con i crediti erariali se sussistenti. La scadenza per il pagamento ordinario è quella di sempre cioè il 16 giugno. Per i ritardatari è prevista l'ulteriore scadenza del 16 luglio con una maggiorazione dello 0,40% e l'importo può essere anche suddiviso in 6 rate con interesse del 4%.

Per la rateizzazione Cipag, da quest'anno, è previsto la possibilità di pagare in 10 rate, con bollettini postali. L'istanza per poter essere ammessi al pagamento dei contributi previdenziali in 10 rate, si presenta entro giugno, salvo proroghe e le rate mensili decorrono da settembre 2015 a giugno 2016. Interessi di rateazione pari al 4% come per le rate del pagamento ordinario.

Tale scelta di pagamento non consentirà la compensazione con il credito vantato con l'Agenzia delle Entrate.


Sempre attenti alla sicurezza sugli ambienti di lavoro, in questo articolo ci soffermiamo sui rischi di natura elettrica, citando gli obblighi del datore di lavoro, ai sensi del D.Lgs.vo 81/08 all’art. 80 comma 1 che impone di prendere le misure necessarie

Nuovo articolo 23-ter del Testo Unico dell'Edilizia: il Cambio di Destinazione d'Uso

Il mutamento della destinazione d'uso all'interno della stessa categoria funzionale è sempre consentito salva diversa previsione da parte delle leggi regionali e degli strumenti urbanistici comunali. E' quanto recita testualmente il nuovo art. 23 del

Condominio: 5 articoli per la Formazione Obbligatoria degli Amministratori Condominiali

Con il Decreto 13 agosto 2014 n. 140, il Ministero della Giustizia,  adotta il regolamento recante criteri e modalità per la formazione degli amministratori di condominio nonché dei corsi di formazione per gli amministratori condominiali.

E' con la pubblicazione della Gazzetta Ufficiale del suindicato Decreto 140/2014 che in 5 articoli viene disciplinato l'obbligo per la formazione degli amministratori condominiali.

Giovedì, 11 Settembre 2014 12:10

Cedolare Secca: Locazione ad Uso Abitativo

Scritto da

Cedolare Secca: Locazione ad Uso Abitativo

Con lo schema dell'Agenzia delle Entrate, riporteremo sinteticamente tutti i vantaggi per la cedolare secca con il regime agevolato per i contratti ad uso abitazione.

Contratti di Locazione ad Uso Abitativo: La Registrazione OnLine

Di seguito le prime indicazione da parte dell'Agenzia delle Entrate in materia di registrazione dei contratti di locazione ad uso abitativo. L'atto si registra facilmente dal proprio computer e non è più necessario

Distanza tra Fabbricati: Rapporti di Vicinato nelle Costruzioni

Essere proprietari ha sempre e comunque dei limiti, come ad esempio il rispetto della distanza tra fabbricati.

Le distanze tra le costruzioni sono regolate dalle leggi per due motivi: per eliminare gli

La Redazione ringrazia il Consiglio Nazionale Forense ed il suo Presidente Avv. Prof. Guido Alpa, per aver chiarito in modo definitivo la posizione di tutti i professionisti in merito alla fornitura di prestazioni di servizi con relativo, eventuale pagamento attraverso il POS. Di seguito, a beneficio di tutti, si riporta integralmente il contenuto della missiva: 
 
Giovedì, 05 Giugno 2014 08:54

TASI 2015 Calcolo Tassa sui Servizi Indivisibili

Scritto da

TASI 2014 Calcolo Tassa sui Servizi Indivisibili

 

Attenzione! A partire dal 2016, la Tasi non si paga sulla prima casa! Con la Legge 27 dicembre 2013 n° 147, è stata istituita la TASI - Tassa su Servizi Indivisibili, finalizzata ad assicurare la copertura dei costi relativi a strade, fogne, illuminazione pubblica e altro. Ogni Comune delibera la propria aliquota