user_mobilelogo
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Ricoprire il Divano Rivestire il Divano

Il tessuto in casa colorato è artificio per una forte presenza di elementi cromatici, insieme ai quadri ed ai complementi di arredo.

Per rivestire il divanomagari non per esigenze di mascherare eventuali graffi o macchie per mancanza di manutenzione, spesso si è in forte conflitto per la decisione più giusta.

La scelta dei tessuti e delle fantasie presenti sul mercato, ma anche personalizzabili, sono l'uno in funzione dell'altro e viceversa. Il tessuto con colore neutro ci permette di scegliere nell'ambiente, ogni giorno nuove ispirazioni: dai quadri, ai cuscini in abbinamento sul divano, dal tavolino al tappeto adiacente.


Un consiglio, ma anche un'opinione, è che il tessuto, come per le piastrelle, se scelto con elementi decorativi dando il senso dell'imperfetto, trasmette l'idea dell'artigianale.Nello stile danese e nordico, prevalgono tessuti e colori blu, anche mixati con sfumature di azzurro e verde. Il tutto molto adatto alle stagioni estive.

Classico e moderno, relax e lavoro, vintage ed etnico sono solo esempi di tessuti dai nomi già noti da diversi decenni, a cui si affiancano i seguenti tessuti:

Pattern Fiorito; Campestre; Neo Tradition; Disegno Vintage; Passione Denim.

Analizzando brevemente ognuno di essi, nella fattispecie, il Pattern Fiorito  si presenta come un tessuto caratterizzato da geometrie romantiche (ad esempio di fiori) accostati su tinta unita.

Il tessuto Campestre è un tono su tono, un ramage, molto leggero ed indicato per rivestimento di cuscini.

Il Neo Tradition è un resistente panno di lana, mono colore, impiegato  per rivestire divani e cuscini.

Il Disegno Vintage, come per i tessuti di abbigliamento, si presenta di diverse tonalità in più punti, particolare e bello proprio per questa caratteristica, come risulta scolorito un capo di colore esposto direttamente al sole per un tempo prolungato.

Passione Denim, in genere è un tessuto in blue jeans anche rigato con colori e fasce di larghezza diverse ed alternate.

 

 


arch. Enrico Mecheri

 

 

 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dal forum di ConsiEdilizia si evince, la querelle (polemica) sul modo più adeguato per eliminare i graffi superficiali dai mobili di legno, pertanto si ritiene opportuno, con il presente articolo, evidenziare i metodi più impiegati.

Si consiglia sia il ritocco liquido per legno e siail pennarello appunto per ritocco.

Il primo metodo consiste nell'applicare con un piccolo pennarello, incorporato sotto al tappo, la soluzione liquida, direttamente sui graffi e scalfitture superficiali su mobili, ma anche porte e articoli di legno in generale, all'interno della casa.

Le tonalità del ritocco legno, prodotto che asciuga velocemente senza alterare la venatura naturale delle superfici lignee, sono dal noce chiaro al noce scuro, mogano, rovere, palissandro, pino, frassino, oro, ciliegio ed altri ancora. Dopo il ritocco la superficie risulta satinata.

Il secondo metodo, quello del pennarello ritocco, è simile al concetto applicativo precedentemente esposto, con la differenza che il tingente speciale contenuto nell'astuccio, si applica direttamente sui graffi e le scalfitture superficiali dei mobili, oltre a porte ed articoli di legno in genere per uso interno. Si usa come una matita ed asciuga velocemente. La sua applicazione, con tonalità a scelta tra ciliegio, mogano, nero ed altri colori ancora, lascia inalterata la venatura naturale del legno con aspetto opaco.

 

Come Eliminare i Graffi e le Scalfitture Profondi

 

Diverso è il metodo ed il prodotto impiegato invece, per eliminare i graffi e le scalfitture profondi.

Infatti si applica il bastoncino cera, esercitando un' energica pressione sulla superficie da riparare, fino ad ottenere il riempimento del solco. Dopo 3 minuti circa, si asporta l'eccesso della cera con un panno asciutto.

Tale metodo è proprio indicato per riparare graffi profondi, scalfitture e piccoli fori presenti su mobili e porte di legno. Il bastoncino di cera ha la caratteristica di aderire perfettamente alla superficie diventando un unico corpo. Infatti si ha la totale chiusura di fori, fessure e buchi.

Le tonalità presenti sul mercato, sono come quelle su indicate.

 


 

Ufficio Tecnico/Progettazione ConsiEdilizia.it

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tra i molteplici materiali per le costruzioni e l'arredamento, il legno, sin dai tempi antichi,  è considerato un materiale nobile per eccellenza, ma affinché un elemento di arredo della casa come tavoli, sedie, mobili pensili e altro, mantenga la naturale bellezza, oltre alla normale spolveratura e pulizia

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Molto spesso, nella ristrutturazione della casa, in vista di spostamenti degli ambienti, si devono necessariamente progettare nuovi impianti: elettrico, idraulico, di climatizzazione e riscaldamento.

Quest’ultimo, che incide notevolmente nel preventivo dei lavori, fa si che, a parità di spesa per le nuove canalizzazioni degl’impianti, allontani l’idea di ricollocare elementi radianti classici in ghisa od in alluminio, ma proietti verso la scelta di altri tipi di radiatori.

  termoarredi-con-mensole I radiatori o termoarredo più diffusi, di gradevole aspetto e così chiamati perché non vanno più nascosti con nicchie o mobili con grate,  sono quelli per il bagno, detti anche scaldasalviette per la loro caratteristica di poterle accogliere.

 

Nella fattispecie, sono stati introdotti sul mercato, modelli che all'occorrenza, da posizione a muro si trasformano in posizione orizzontale per accogliere le salviette o altri capi di abbigliamento di modeste dimensioni.

 

Di recente, il mercato offre una serie di radiatori in acciaio inox, garantiti 15 anni (completamente inossidabili), all’insegna della sicurezza in tema di risparmio energetico, del rispetto dell’uomo e della natura.

 

Le forme proposte sono svariate, con sviluppo in verticale od in orizzontale, dal design ondulato o rettilineo, e dalla caratteristica, rispetto ai primi termoarredi, di inglobare piccoli specchi o mensole per contenere libri ed oggetti vari.

 

Per maggiori informazioni contattare:

Cordivari S.r.l.” Zona Industriale Pagliare c.a.p. 64020 Morro d'Oro (TE)

Tel. 085.80401 - Fax.   085.8041280 

web site: www.cordivari.it


 

Enrico Mecheri, architetto

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Possiamo ricostruire la modanatura di una cornice, intorno ad uno specchio o ad un quadro, se l’arredamento in casa è provvisto di cornici classiche.