Mercoledì, 10 Settembre 2014 08:57

Distanze Piantagioni: Conoscere i Confini e Rispettarli

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)

Distanze Piantagioni: Conoscere i Confini e Rispettarli

Nell'articolo distanze tra fabbricati ci siamo occupati dei rapporti di vicinato tra le costruzioni. Diversa regolamentazione vale per le piantagioni e le distanze varieranno a seconda

della loro dimensione e/o grandezza.

Gli alberi di notevoli dimensioni come ad esempio  il castagno, il pino, il platano, il noce ed altri ancora, vengono piantati ad una distanza non inferiore ai 3,00 metri dal confine. Tale distanza, diminuisce notevolmente ed è quindi direttamente proporzionale al diminuire dell'altezza del fusto. Pertanto, le piante di non alto fusto e che non sono alte più di 3,00 metri vengono posizionate ad una distanza non inferiore a 1,50 metri dal confine, ed infine, pianteremo le piante con altezza ancora più bassa, ad una distanza non inferiore a 0,50 metri dal confine. Esempio di piante di altezza modesta sono le viti, le siepi e le piante da frutto che non superano i 2,50 metri di altezza.

Riassumendo le distanze da ricordare prima di piantare gli alberi o le piante dal confine sono 3:

  • 3,00 ml per alberi molto alti;
  • 1,50 ml per piante che non superano i 3,00 ml di altezza;
  • 0,50 ml cioè mezzo metro per le piante che non superano l'altezza di 2,50 ml di altezza.
Letto 2157 volte Ultima modifica il Mercoledì, 10 Settembre 2014 11:48
Devi effettuare il login per inviare commenti