Martedì, 11 Novembre 2014 17:45

La Cucina a Blocchi Separati: I Mobili Assemblati

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

 

La cucina a blocchi separati,  assembla pezzi di provenienza diversi. Arredare la casa assemblando oggetti di culture diverse è la tendenza in atto da diversi decenni. Grazie agli importatori

specializzati per aree geografiche è possibile acquistare sculture antropomorfe in metallo di matrice africana, oppure il mobile a scala o kaidan, di matrice giapponese. Molto richiesti sono anche i candelieri in ferro battuto di provenienza marocchina.

Infatti anche con mobili di produzione è possibile realizzare una cucina con blocchi lavoro separati, accostabili con fantasia ed a piacere.

Da un punto di vista tecnico, si valutano gli attacchi delle utenze: acqua e gas. Con essi si incomincia a decidere dove posizionare il piano cottura ed il lavello.

Il piano lavoro invece, può essere separato, quindi con disposizione a isola, oppure può avere seguito in linea agli altri mobili predetti.

Un esempio tipico di cucina in blocchi separati è il seguente:

  • pensili e mobile del lavello in compensato e tinteggiato a mano con idropittura;
  • piano lavoro con banco da macellaio;
  • piano cottura con forno sottostante con ante in acciaio bianco.

 

Letto 3173 volte Ultima modifica il Venerdì, 05 Agosto 2016 10:17
Altro in questa categoria: « Pellicole Adesive per Mobili
Devi effettuare il login per inviare commenti