Martedì, 12 Gennaio 2016 16:04

Divisione Interna: Crea Spazi Risparmiando

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Dividere con Vetrate - Vetri Cattedrali

La divisione degli ambienti con le vetrateè il tema trattato in questa articolo in quanto molto spesso, i lavori in casa vengono eseguiti con gli occupanti e pertanto organizzati con rotazione ed alternanza di interventi.

Per diminuire notevolmente i tempi per la consegna dei lavori, si propongono soluzioni per dividere due ambienti, che non siano in muratura.  Nella fattispecie, una muratura divisoria lunga 4,00 ml e alta 3,00 ml potrà anche essere sollevata in meno di una giornata lavorativa, ma dovranno aggiungersi altre lavorazioni quali le tracce per l'inserimento dei tubi corrugati per gli impianti elettrici, l'intonacatura, previo inserimento della rete sintetica antifessurazione, la rasatura e la tinteggiatura. La vetrata appunto, richiesta e proposta per i motivi suddetti, è un rimedio veloce e può diventare un elemento decorativo e di fantasia.

Vetrata-Divisione-Ambienti-Soggiorno-Cucina

Come si può realizzare ?

 

L'elemento divisorio sarà costituito da un telaio e da pannelli modulari in legno MDF. Essi possono essere anche di 60 cm e contengono vetri inseriti a riquadro. Infatti in caso di rottura, non si è costretti a sostituire l'intera vetrata, limitando i danni. La soluzione è preferibile in quanto il vetro è pesante ed il suo spessore deve essere proporzionale alla sua superficie. Pertanto la vetrata unica è da escludere.

 

Alternativa con Vetro Cattedrale

 

E' la soluzione per dividere due ambienti con struttura realizzata con vetri cattedrale, cioè legati a piombo. La posa di tali elementi non necessitano di lavori di muratura ed i riquadri possono inserirsi anche nella parte inferiore per concedere maggior luce ad ambienti poco luminosi.

In entrambe le soluzioni, poichè la posa è a secco, il pavimento non subisce alcuna modifica.

Il fissaggio avviene con guide sulle pareti laterali, tasselli inseriti a muro sui montanti e correnti del telaio lungo tutto il perimetro costituente il divisorio.

Per quanto concerne le pratiche presso il Comune, per la vetrata divisoria, in genere, non occorre presentare alcuna richiesta.

Essa è considerata arredo fisso anche se è una struttura removibile. In base al rapporto tra la superficie piena e la superficie trasparente, può essere assimilabile ad una vera e propria parete. E' sempre preferibile recarsi presso il Comune negli orari di ricevimento del pubblico, per ricevere il parere del tecnico.

 
Letto 1163 volte Ultima modifica il Martedì, 12 Gennaio 2016 16:20
Devi effettuare il login per inviare commenti